***RECENSIONE*** Gotham – 3×04 “Mad City: New Day Rising”

Mi sentite urlare? Mi vedete in piedi a battere le mani?

Questo episodio è stato l’ennesimo capolavoro, gli autori si confermano dei maledetti geniacci con una mente contorta, capaci di mettere in scena 45 minuti di puro spettacolo. La storyline di Alice si è conclusa troppo presto per i miei gusti, ma è stata trattata in maniera magistrale. Tutto è stato curato nei dettagli e nulla è stato lasciato al caso. Il perfetto allestimento del tavolo da tè, il vestito azzurro fatto indossare ad Alice, i wrestler assoldati da Jarvis che richiamano alla mente Pinco Panco e Panco Pinco, ci permettono di ricostruire nella nostra mente scene dell’amato film Disney, riportando alla memoria vividi ricordi. L’assurda morte di Alice ci lascia senza parole, così come la costruzione sublime della scenografia e le inquadrature che non lasciano nulla all’immaginazione! Le interpretazioni, poi, sono portate avanti con maestria e perfezione! Tutto questo rende l’addio più difficile.

Bruce innamorato che mette in imbarazzo Alfred con una raffica di domande su Selina è il top della tenerezza, potrebbe sembrare una nota stonata nella sinfonia di oscurità che regna a Gotham, ma in realtà si accorda perfettamente con gli squilibri propri della serie.

bruce

Lasciare libero di fuggire il suo “sosia” si è rivelata una scelta infelice, ma noi prepariamo i pop-corn per assistere ai risvolti di questa decisione. Quello che è certo è che noi, nel frattempo, gli siamo grati per aver fatto “breccia” nel cuore di Selina, che nel momento in cui gli ha permesso di baciarla, ha dichiarato al mondo i suoi sentimenti per il vero Bruce, aprendo la strada ad una bellissima e malatissima storia d’amore!!!

Oswald e Nygma sono stati il bonus di questo episodio. Tra i due personaggi c’è una fortissima chimica, un rispetto reciproco profondo che si trasforma quasi in venerazione. A leggere tra le righe, si capisce che i due hanno un cuore, dei sentimenti e sono ancora capaci di amare. Il gesto compiuto da Nygma è sinonimo di grande fiducia e devozione e contribuisce ad aumentare sempre di più l’ego smisurato di Oswald. Ma serve anche a noi per farci amare ancora di più i cittadini di Gotham che sono così malati da credere veramente nel Pinguino. Ho solo il brutto presentimento che se dovessero incrinarsi i rapporti tra i due, si originerebbe una guerra senza eguali. Posso dire di essere, però, triste per Butch, porello? 🙁

Sono contenta anche di come si sia evoluta la situazione tra Jim e Lee, se non altro perché ora lui può tornare con Barbara! 😛 A tal proposito vorrei soffermarmi su un’ultima considerazione, che sottolinea ancora una volta le doti degli autori, e cioè la capacità di mettere in scena grandi sentimenti, siano essi di amore, di amicizia o di rispetto, e di trattarli in maniera matura, adulta e non sdolcinata come in tutte le altre serie DC che ci lasciano ogni volta con quel rivoltante sapore stucchevole in bocca.

E comunque non avevo neppure finito di dire quanto anche il personaggio di Barnes fosse egregiamente concepito, che eccoti il plot twist! Non si può mai stare tranquilli per le strade di Gotham!!!

_Fra_




Rispondi