*** RUBRICA *** Coffe and TV Show!

large-300x300Ben trovati amici telefili!!! Finalmente le nostre serie preferite sono tornate e, archiviata l’estate, possiamo mettere da parte la fastidiosa vita sociale per tornare a spalmarci sul divano, accompagnati da plaid, cibo e animali vari!!! Ovviamente, insieme agli show sono tornata anch’io…dite la verità, vi sono mancata, vero??? 😛

Non mi dilungo in chiacchiere, passo subito a deliziarvi con i miei commenti (ACIDI) sparsi!!! XD

Victoria. No, ma siete serie quando vi professate innamorate di Albert? Ma come fa a piacervi quel manichino imbalsamato, con lo sguardo vitreo e lo stesso spessore di un rotolo di carta igienica? Per non parlare dei capricci e delle scenate da prima donna bisognosa di attenzioni e rassicurazioni. “Ma se tu sei famosa perché non posso esserlo anche io?” Ti piace fare il mantenuto, allora subisci in silenzio. Rilancio sottolineando che lui e Victoria non hanno assolutamente chimica, e l’ultima scena tra i due mi ha fatto ridere come non facevo dai tempi di The Big Bang Theory dell’epoca d’oro. Oh, scusate, doveva essere carica di sensualità per caso? #epicfail
Le dinamiche tra gli sguatteri sono più interessanti della storyline principale e sicuramente Ernest e Francatelli sono molto più avanti del Principe in fatto di saper stare al mondo.

Quantico. Brutte copie ne abbiamo? Questa seconda stagione si apre proprio male e non fa altro che confermare i miei timori. Certe serie dovrebbero essere “mono stagione”, altrimenti rischiano di essere ripetitive, scontate e di cadere nel banale. Troppe situazioni già viste, riadattate male; troppe dinamiche già esplorate; troppi nuovi personaggi quando si è scelto di tenere anche quasi tutti i vecchi. Sicuramente è presto per un giudizio definitivo, ma la prima impressione è davvero pessima.

Non male il ritorno di Once Upon a Time, niente di che eh, intendiamoci, però la sola scena di Belle e Rumpelstiltskin che ballano sulle note della canzone del film vale l’intero episodio.

This is Us è la scoperta inaspettata di questa nuova stagione. Un telefilm con poche pretese, senza grandi eventi da narrare, ma che ti entra dentro dal primo minuto. Merito delle atmosfere, dei dialoghi brillanti e profondi, dove ironia ed introspezione sono magistralmente bilanciati, merito dei personaggi scritti e caratterizzati apposta per essere amati. Credo che lo show abbia una struttura narrativa molto solida, che si scinde in due: una prima parte narrativa ed una seconda parte d’effetto. Mi spiego meglio, entrambi gli episodi si sono sviluppati in modo lineare per tutta la rispettiva durata, per poi chiudersi con un plot twist da togliere il fiato. Solo che, mentre il primo si è rivelato una piacevole sorpresa, il secondo non mi è piaciuto per niente. Dov’è Jack? Non fate brutti scherzi!!!

Gotham mantiene lo standard, alto, della scorsa stagione e si apre alla grande. Troviamo vecchi personaggi in gran forma e nuove leve ad altissimo potenziale e molto interessanti. Ottimi i dialoghi, soprattutto quello tra Fish ed il Pinguino che mi ha fatto venire la pelle d’oca. Se proprio dovessi trovare una pecca, direi che risiede nel poco spazio che stanno dando ad un personaggio perfetto come Nygma. Ma siamo solo all’inizio!





Che dire di Grey’s Anatomy? Secondo me, i suoi punti di forza continuano ad essere la caratterizzazione dei personaggi ed il dipanarsi delle vicende che, sebbene a volte scontate, traggono forza vitale dalla scrittura. Per il resto è rimasto tutto piuttosto uguale: da Alex che non riesce a scollarsi di dosso l’ombra di un passato ingombrante, a Meredith che è sempre la solita stronza. Ha parlato quando non doveva e ha taciuto quando avrebbe dovuto parlare. Non mi piace che menta alla sorella, perché già vedo l’epilogo piuttosto prevedibile della vicenda, né mi piace questa “love story” con Riggs. E ci si può inventare tutti gli incidenti del mondo, tutte le congetture più assurde per tenerli lontani e farci anelare un lieto fine, ma non sarà mai più come era con Derek. #salloShonda

_Fra_




Rispondi